Spedizione Kooksall Too 2002, Tien Shan

E’ rientrato in Italia la spedizione “Kokshall Too 2002” che ha salito 12 cime ed esplorato l’area del Tien Shan Centro-occidentale, in Kyrgyzstan

E’ rientrato in Italia il team di alpinisti che ha dato vita, nel mese di agosto, alla spedizione “Kokshall Too 2002” in Kyrgyzstan, organizzata dalla Sezione di Modena del CAI (Club Alpino Italiano) e patrocinata dal Comune di Modena, Assessorato allo Sport, nell’ambito delle manifestazioni per il “2002 – Anno internazionale delle montagne”. Questa è stata la prima spedizione italiana (la quinta in assoluto) che ha visitato l’area montuosa del Tien Shan Centro-occidentale di questa Repubblica dell’ex-Unione Sovietica.

La spedizione, che ha affrontato difficoltà logistiche notevoli, ha avuto risultati più che lusinghieri:
– sono state salite 12 vette, delle quali 6 inviolate, 2 incerte e 4 già precedentemente salite da spedizioni internazionali operanti nella zona negli anni ’90;
– è stata effettuata la prima salita scialpinistica di 7 di queste cime;
– sono stati esplorati 5 ghiacciai mai percorsi in precedenza;
– sono stati precisati e definiti dati cartografici della zona.

L’area prescelta rispondeva a molti dei requisiti alpinistico-esplorativi che caratterizzano le più moderne spedizioni. Piuttosto che una cima già nota, anche se famosa, di cui si conoscono itinerario di salita e di discesa, pericoli e caratteristiche, gli alpinisti del team hanno preferito addentrarsi in un’area relativamente inesplorata – poco frequentata anche dagli stessi pastori kirghizi nomadi che d’estate appaiono a volte nella zona – e comunque mai esaminata dal punto di vista alpinistico, per cercare di effettuare nuove ascensioni su montagne che non hanno mai registrato impronta d’uomo.

Pik Ghirlandina 5055 m

Le nuova salite e le esplorazoni hanno riscosso un grande interesse anche nelle autorità kyrghise che hanno richiesto di poter avere dalla spedizione tutti i dati necessari per la registrazione della nuova toponomastica e l’aggiornamento della propria cartografia ed archivi alpinistici.

Il tempo, che le relazioni davano come spesso cattivo, ha consentito lo svolgersi dell’attività alpinistica in condizioni accettabili, anche se quasi le altre spedizioni presenti – poche, per la verità – una scozzese ed una spagnola hanno mancato i propri obbiettivi: il team spagnolo che puntava alla salita del Kyzyk Asker ha desistito per il maltempo, mentre gli scozzesi hanno rinunciato ad una nuova via di ghiaccio, effettuando solo due ripetizioni.

Maggiori dettagli e immagini della spedizione italiana saranno disponibili nei prossimi giorni sulla pagina news del sito www.tikmountain.com del Nodo Infinito, l’operatore che ha organizzato la logistica della spedizione.

Di Manuel Lugli

Mauvkina Glacier

Angela Glacie

Free Bird Glacie

Kotur Glacier

Mauvkina Glacier

Pik Angela 5075 m


info
 www.tikmountain.com

Click Here: liverpool mens jersey

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *